^ Back to Top

Menu

workshops
moda di sandy

Parlo di me
Ovvero prima di Sandy D'Alì

 

Sin da bambina mi sono sempre immaginata in giro per il mondo, con una
borsa colma di ricordi ,i capelli perennemente legati da un'elegante cignon e le mie immancabili scarpe di danza .... Nasco a Napoli , città colma di problemi che lascia poco spazio alle aspirazioni ,ma nonostante tutto mia madre ha il buon senso di iscrivermi presso la scuola di danza classica più vicino casa.. quello fu il giorno più bello della mia vita ,che avrebbe cambiato il percorso della mia esistenza degli anni a seguire ......Studiai con assiduità e profonda dedizione tutto quello che c'era da studiare, sacrificando, piacevolmente, anche gli anni della mia più tenera gioventù. Ottenni grandi risultati e molte soddisfazioni........ho partecipato a belle manifestazioni e studiato con maestri famosi....decisi così che la danza sarebbe stata parte fondamentale della mia esistenza .... Ricordo ancora la mia maestra quella che mi ha avviato alla danza ...il mio mito ...Marisa Piedimonte bella e dolce...ed il mio maestro Sidlo Zygmunt che mi ha aiutato a diventare una professionista .....Mara Fusco ....il fuoco del suo carattere forte ha temprato la mia personalità...e tanti altri di cui ho seguito semplici seminari ma che hanno lasciato una traccia indelebile in me... L'inconro con la danza orientale ????? Arriva presto con la conoscenza di colui che sarebbe diventato mio marito e padre di mia figlia ...Giada ... Hisham Al kasasbeh, nazonalità giordana.... Di lui forse mi innamorai più della cultura che della sua personalità....amai subito la musica, la lingua, la cultura orientale araba e mi tuffai immediatamentre nella vita e nella cultura orientale. Attraverso coloro che poi divennero le mie amiche ,appresi i primi fondamenti della danza baladi, quella che si usa danzare nelle feste e che tutte le donne danzano spontaneamente ... diventai forse la mascotte di quel gruppo che si divertiva con semplici cose .....ho viso la sofferenza nei loro occhi ,sofferenza di chi vive lontano dal proprio paese sacrificando se stesse per la propria famiglia .....ed ho imparato tante cose... Lo studio vero e proprio arriva quando

 El Hadi Sheriffa giunge a Napoli per un seminario sulle danze del Magreb... mi innamorai e subito decisi di seguire dei corsi........ A Napoli ,purtroppo , in quel periodo non c'era nulla , quindi ,dopo lunghe ricerche ,seppi che a Roma c'erano dei corsi in cui si insegnava la danza orientale . Mi misi in moto e dopo un pò ,giunta a Roma conobbi Esmat Osman,colui che divenne il mio maestro ,grande coreografo e ballerino....E' doveroso citare colei che mi ha dato una mano notevole in qusta magica avventura... Nadia ...una studentessa libanese che mi ospitava durante i giorni di lezione ....forse senza di lei non avrei mai potuto frequentare i corsi così lontani dalla mia città di origine. Subito Nadia prese a cuore la mia "pazzia" ... accudendomi e soddisfacendo qualsiasi mia esigenza .......curava anche i miei interessi ,cercandomi del lavoro che mi aiutava ad affrontare le spese dei miei numerosi viaggi di studio... che sacrifici !!!!Ma furono gli anni più belli della mia vita .... presto arrivarono le soddisfazioni,il lavoro nella compagnia di Esmat,il lavoro a Napoli, le prime richieste di insegnamento da allora tutta una strada in salita ...sicuramente migliorando ma faticosa da percorrere....Poi il viaggio in Egitto nel 1995.... Tante delusioni...lottare per sopravvivere ...tante ballerine con le quali confrontarsi....bella esperienza!!!! Ho imparato tanto......io straniera lì da sola, ho sofferto e compreso l'angoscia di chi è lontano dalla propria casa e dalla propria Patria ....
Il mio nome è nato proprio lì… Sandy….l’ho amato subito..la storia è andata così : per gli arabi è difficile pronunciare la “C” e quindi far ricordare il mio vero nome era una tragedia dal momento in cui da artista dovevo necessariamente farmi ricordare ….quindi mi suggerirono vari nomi arabi…ma chi mi conosce sa benissimo che la mia fisionomia non si lega affatto ad un nome arabo… sono chiara di carnagione, bionda e fisicamente sono più vicina ai caratteri nordici che a quelli mediterranei …un nome arabo non lo avrei portato bene , effettivamente ……quindi dal mio nome di origine magicamente ci furono questi passaggi ....Cinzia....Cindy...Sandy.....si lo avevo trovato !!!!!!
Sandy mi piaceva ed inoltre mi ricordava una canzone alla quale ero particolarmente legata…” Sandy “ di John Travolta, quella del film ” Grease” …mi ricordava la mia tenera giovinezza quando frequentavo la prima media e non vivevo una condizione proprio felice con molti problemi in famiglia ( ma magari ve la racconto un’altra volta )….comunque…..il cognome, invece ,lo trovai al mio ritorno….in Italia ...bella l’Italia !!! Non sapete come sono stata felice di ritornare ,non resistevo più; ho lasciato perdere i vari contratti che dovevo visionare compreso quello che mi avrebbe portato a lavorare su una di quelle bellissime barche che naviga il Nilo ……….. In realtà il progetto originario era quello di restare ancora qualche anno…. ed infatti feci venire anche mia figlia, allora piccolissima …….ma non ho resistito ………così io, mia madre,mio marito e mia figlia raggiungemmo mio padre che in quel periodo lavorava in Grecia….. per poi raggiungere l’Italia …credetemi giunta in Grecia ,baciai la terra e cominciai a divorare tutto quello che trovavo …… soprattutto il prosciutto…..buono!!!!
Al mio rientro cambiarono un po’ di cose ,mi separai , e cominciai a lavorar duro su quello che sapevo fare meglio nella vita ….Danzare!!!!!
Cominciai a cercare lavoro e non vi nascondo che ho incontrato gente di tutti i tipi compreso un truffatore che mi aveva proposto un contratto in esclusiva che firmai, ovviamente. Mi sembrava un’ottima occasione ma una volta firmato questo contratto il tipo non sembrava interessato a farmi lavorare, era strano, non saprei definirlo , non era cattivo ma solo poco organizzato .Fu suo il merito di suggerirmi il cognome…..D’Alì
La cosa è andata così…… Siccome in Italia all’epoca c’era un spogliarellista che si chiamava Sandy e non potevo essere confusa con lei, mi serviva un cognome per creare la differenza …..questo tizio, di cui non ricordo il nome ,mi suggerì, quardando un volantino pubblicitario del D’Alì Club , un locale al quale avevo lavorato qualche anno fa a Napoli ,di adottare proprio il cognome D’Alì che ricorda molto anche le fiabe delle mille ed una notte….l’abbinamento mi sembrava perfetto e mi innamorai all’istante del mio nome e cognome....
...... Sandy D’Alì.....e così fu.....

 

Curriculum

 

Sandy D'Alì, napoletana, si avvicina alla danza classica in tenera età studiando con maestri dell'opera di Varsavia. Dopo l'incontro col maestro di danze magrebine El Hadi Shariffa, conosce ed apprezza le danze orientali. Spinta anche da profonde motivazioni personali e rimasta affascinata dal mondo orientale impara lingua, cultura, musica e tradizioni di una delle civiltà più antiche del mondo. Approfondisce i suoi studi col grande maestro Esmat Osman che le ha trasmesso non solo l’amore per questa cultura ma anche la convinzione di dare dignità alla danza orientale, motto di cui Sandy ne fa motivo del suo lavoro. Nel 1992 Sandy D'Alì tiene il suo primo corso di danza orientale a Napoli. Nel '95 lavora in Egitto nei migliori locali della capitale e ad Alessandria, riscuotendo un notevole successo per la caratteriscica del suo stile. Sempre più convinta dell'importanza di divulgare la cultura mediorientale nel nostro paese, partecipa a molte trasmissioni televisive, su reti nazionali e non, come "Laboratorio 5" e "Provini" (canale 5).

Affascinata dalle potenzialità comunicative del teatro, Sandy D'Alì decide di creare uno spettacolo sulla danza orientale e sui vari stili che essa può assumere. Lo spettacolo "Una notte in oriente" . In collaborazione con Marzuk Mejri, percussionista tunisino, partecipa al BIT fiera del turismo di Napoli, e organizza uno stage di danza impostato sulle percussioni orientali. Partecipa col suo maestro Esmat Osman a varie manifestazioni, tra cui la fiera del turismo a Milano, ballando come solista col gruppo "Stelle d'oriente", al Marriot di Milano, a Paestum ed al teatro Viganò di Roma. Lavora poi a Napoli al teatro Mediterraneo ed a Salerno al teatro Verdi con un gruppo di musicisti tunisini. Per due anni, 1999/2000, prende parte alla trasmissione "Casba", gran successo della rete regionale Napoli TV.

 

Ispirandosi ad un balletto classico, Sandy D'Alì crea uno spettacolo sullo stile classico della danza orientale, introducendo l'innovazione di una storia all'interno di esso. Lo spettacolo messo in scena al teatro Sannazaro di Napoli nel giugno 2001, s'intitola "La Favorita" ed è eseguito dalle migliori allieve del gruppo scolastico "Sherazade".

 

In collaborazione con il consolato tunisino, partecipa a molte manifestazioni culturali tra cui "Grande Vomero", "L'Islam tra noi" tenutasi al teatro Mediterraneo. Nel 2002 riceve un premio alla carriera durante la manifestazione in onore di "E. Nicolardi" e inizia la collaborazione con il "Taus Club" che le organizza vari stages a Roma .Ospite, alle trasmissioni del 24 novembre 2002 e del 26 gennaio 2003 di "Alle falde del Kilimangiaro" condotta da Licia Colò su RAI 3, partecipa nello stesso anno al concerto di Claudio Baglioni con proprio gruppo "Sherazade Ensembele" di cui è fondatrice e responsabile; nello stesso anno comincia la sua collaborazione con l’associazione Apriti Sesamo a Torino che organizza non solo stage ma anche manifestazioni di livello nazionale. Ha formato, negli anni, un cast di insegnanti appartenenti all’accademia Sherazade di cui ha registrato il nome che collaborano con lei nel portare il giusto messaggio. Nel 2005 diventa Tecnico Federale e Giudice di Gara della FIDS, affiliata al CONI ,ed ha il compito, insieme alle sue colleghe commissarie, di codificare i passi della danza orientale al fine di avere un unico linguaggio riguardo la terminologia dei passi  .Fa parte della commissione tecnica che lavora per trascrivere la tecnica le basi  della danza orientale . Viene invitata a vari festival che si tengono in tutta Italia  tra i quali quello di Torino "Stelle D' Oriente" organizzato da  Aziza , Palermo "Raqs Sicilia "di Frida Bessinger ,  Milano "My love Belly"organizzato da Kesia Elwin ospite d'onore Amar Gamal delle Belly Dance Superstars e le Belly Queen , Roma "Danza e Dintorni" di Elisa Scapeccia e sempre Roma "Festival in Rome " del Taus Club di Maryem , a Genova "Danza con Genova in Oriente " di Ailema con la scuola di Amir Taleb ed infine da qualche anno è ospite fissa del Congresso di Riccione organizzato dalla New Emotion e Margarita , tiene corsi di formazione del suo stile a Roma  ,Torino  e Pescara.

 

L'ultimo lavoro di Sandy riguarda una particolare fusione di due stili apparentemente impossibile da coordinare insieme...pur tuttavia spinta da una forte volontà , Sandy ha unito la danza orientale con uno stile inconfondibile di un grande talento : quello di Michael Jackson.
L'utimo suo spettacolo e' cosi' una commemorazione al grande talento scomparso e nello spettacolo " You are not alone" Sandy presenta per la prima volta al mondo la Belly-Jackson . Approfondisce la sua conoscenza del mondo della danza lanciandosi in una nuova avventura ;rimettendosi in discussione e frequentando costantemente il corso di MJ style tenuto dal M° Francesco Cisky Cepparulo unico rappresentante dello stile di Michael Jackson in Italia .

E' sua inoltre la dierezione artistica e tecnica del  BELLY NAPLES FESTIVAL primo festival campano dedicato interamente alla danza orientale seguitissimo in tutta Italia che vanta nel cast maestri del calibro di RAQIA HASSAN, KHALED MAHMOUD, MERCEDES NIETO, SAIDA E YAMIL ,GAMAL SEIF ,DARYA ,SHEEREN   e molti altri giunto quest'anno alla 4° edizione 

Sempre convinta dell'importanza della danza classica consegue l'abilitazione per l'insegnamento con maestri di chiara fama ,riprendendo a studiare anche la tecnica del balletto classico insieme ad una disciplina del tutto nuova :la pole dance

segue numerose maestre di danze orientali in tutta Italia ,tiene corsi di formazione e stage in tutta Italia e all'estero